La porta d’Oriente

DSCF3677

Il viaggiatore camminava lungo un sentiero invisibile, nella distesa di pietra non era che una scultura di sassi ogni tanto. Il sole velato del mattino raccoglieva essenze d’erbe dalle colline e nella vastità del silenzio raccontava parole lontane. Non v’era una meta se non il passo e quel lento osservare ogni cosa, fino a che sassi, rocce e cammino diventavano un’unico elemento e tutto era insieme. Non v’era fatica, né pensieri sul come o il perché, né volti del passato o immagini di cosa sarebbe venuto dopo, solo questo incedere nella steppa, passo dopo passo, verso Oriente.

https://soundcloud.com/dirtwire/dirtwire-the-9-heavens

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...