Umbria, un viaggio dell’anima

Il silenzio di Spello

Il viaggio come terapia, se ne parla da molto, del muoversi per ambire ad una quiete o anche ad una semplice serenità che la routine e i gesti abitudinari soffocano. Quello che sta avvenendo è una piccola rivoluzione, dove accanto al turismo frenetico che ingoia città e paesaggi, cresce il viaggiare di chi cerca nei luoghi ispirazione e si pone come meta la propria crescita.

Lo potremmo definire “turismo del benessere” ma non si tratta solo di andare in una spa a fare le saune e bere centrifugati, per quanto utili e benefici, per questo preferisco chiamarlo “turismo dell’anima”, perché accanto al cibo sano e alla storia dei luoghi, qui si cerca la bellezza anche in momenti di arricchimento personale…continua a leggere quello che ho scritto su Viaggiovero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...