Il cibo diventa racconto

Venerdì 22 novembre ad Aviano ci sarà una conferenza dove presenterò il lavoro fatto con alcuni ragazzi e ragazze di Aviano.

Sarà un omaggio al cibo non solo come nutrimento fisico ma anche come legame tra individui, comunità e territori. Quello che mangiamo non è solo fatto di carboidrati, proteine, lipidi, minerali e vitamine ma racchiude delle storie. Il rapporto che abbiamo con un piatto si arricchisce di ricordi, di emozioni e di tradizioni.

Nella nostra cultura veloce e smemorata ci dimentichiamo che il pane è fatta di grano e il grano è una pianta che ha subito un’evoluzione insieme all’essere umano. Ad esso sono collegati culti, feste, poemi, divinità, romanzi, guerre, carestie e ricchezze e tutto l’universo simbolico delle popolazioni che ne hanno fatto cibo.

Parlare di un alimento significa anche riconoscerne gli aspetti culturali, sociali e spirituali perché nel mondo contadino di un tempo e in moltissime culture di oggi, una pianta o un animale sono simboli di qualcosa che trascende il quotidiano. Gli sciamani ad esempio interrogano le piante, si rivolgono a loro cantando…i bambini o gli adulti dall’animo sensibile abbracciano gli alberi come si fa con un vecchio amico.

Il cibo diventa racconto, si slega dal suo contenuto chimico per diventare un contenitore di storie.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...